Crea sito

“Linea Verde Tour” – Estate 2021. Temi e mete.

di:

Linea Verde TourProgrammi Rai

Andato in onda dapprima la scorsa estate e poi negli ultimi due mesi, torna, al sabato su Raiuno, alle 12 e prima di Linea Verde Life (da luglio Linea Verde Radici)Federico Quaranta con Giulia Capocchi e Peppone e una nuova edizione di “Linea Verde Tour“.

 

Linea Verde Tour | 12 giugno 2021 | Seconda puntata

Oggi si va in esplorazione del Parco Regionale Gallipoli Cognato-Piccole Dolomiti Lucane, un luogo ideale per incontrare biodiversità, storia, sapori e – perché no – anche divertimento. A Castelmezzano, oltre a scoprire le viuzze del centro storico, si percorrerà la “scala normanna”, scolpita nella roccia come punto di avvistamento dell’avamposto militare, dalla quale sembra di toccare il cielo: un’esperienza che, sulle

Dolomiti lucane, è davvero a portata di mano. Grazie al “volo dell’angelo”, infatti, è possibile godere di un’attrazione unica, volando – assicurati a un cavo – a una velocità superiore ai 100 chilometri orari.

Si avrà così una visuale perfetta su cime e valli tra Castelmezzano e Pietrapertosa, l’altro borgo del Parco che, nel suo impianto urbanistico, conserva ancora le tracce della dominazione saracena. Percorrendo gli spettacolari percorsi naturalistici, come il Sentiero delle sette pietre e il ponte nepalese, verranno raggiunti infine borghi incantanti come il paese abbandonato di Campomaggiore vecchio.

Linea Verde Tour | 5 giugno 2021 | Prima puntata

Eccezionalmente oggi il programma va in onda alle 13. Si parte da Brunico e dalla Val Pusteria per una puntata dedicata all’Alto Adige. Federico Quaranta visiterà il suggestivo castello di Brunico, sede del Museo della Montagna di Messner, per poi fare una interessante escursione nella zona delle Piramidi di terra a Perca.

Peppone andrà invece a conoscere i segreti dello speck altoatesino, imparando ad affettarlo correttamente a seconda degli usi che se ne faranno, ma scoprirà anche le virtù delle acque minerali del Sudtirolo, uno dei primi territori d’Europa per abbondanza di sorgenti.

L’itinerario di Giulia Capocchi, invece, avrà inizio dal Museo degli usi e costumi di Teodone, un parco etnografico a cielo aperto che illustra la vita dell’antica società rurale e dei suoi protagonisti, ovvero la nobiltà di campagna, i coloni, i braccianti e gli artigiani.

I Commenti sono chiusi.